Le società cooperative di Produzione-Lavoro e Sociali costituite da soggetti che abbiano i requisiti previsti dall’art 3, comma 1, del DM 9 novembre 2017 “Resto al Sud”, gestito da Invitalia:

  • età compresa tra i 18 e i 35 anni che siano in possesso, al momento della presentazione della domanda;
  • siano residenti nelle regioni di cui all’articolo 1, comma 1, del decreto-legge n. 91/2017, al momento della presentazione della domanda o vi trasferiscano la residenza entro sessanta giorni, o entro centoventi giorni se residenti all’estero, dalla comunicazione del positivo esito dell’istruttoria di cui all’articolo 9 del presente decreto;
  • non risultino già titolari di attività di impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017, data di entrata in vigore del decreto legge n. 91/2017, o beneficiari, nell’ultimo triennio, a decorrere dalla data di presentazione della domanda, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.

Possono beneficiare di un intervento complementare di CFI, sia come capitale di rischio, nei limiti del capitale sottoscritto dai soci, sia come finanziamento a medio lungo termine.

In caso di valutazione positiva dell’impresa e del progetto, CFI:

  • sottoscrive una partecipazione di minoranza, nella forma di socio finanziatore, non superiore al valore del capitale sociale versato dai soci dell’impresa;
  • eroga finanziamenti per investimenti fissi a sostegno dei piani di sviluppo.

La durata massima degli interventi è di 10 anni.

Per conoscere nel dettaglio le modalità operative, scarica il Regolamento di Resto al Sud https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/resto-al-sud ed il foglio informativo di CFI per conoscere nel dettaglio le condizioni di intervento clicca qui